Settembre 1, 2021

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?Olea Prilis

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?

Un olio d’oliva extravergine, per essere classificato biologico, deve rispettare un disciplinare di produzione molto serrato che comincia a esercitarsi nel campo per arrivare fino alla bottiglia.

Olea Prilis è un Olio Extravergine Biologico. Cosa significa?

Come si ottiene un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?

Prima di tutto quest’olio deve essere ottenuto da olive coltivate e prodotte secondo le pratiche previste in agricoltura biologica. È vietato l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi e gli interventi diretti a preservare e migliorare la fertilità dei suoli sono molto specifici e severamente regolamentati. Perché questa severità? Perché è dimostrato che l’uso di prodotti chimici depaupera i terreni e li immiserisce. Per “arricchirli” si continuano ad usare sostanze di sintesi con qualche risultato a breve ma la sicura atrofia che subentra nel tempo li rende inerti.

La produzione di un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico

Una produzione biologica garantisce dunque di acquistare un olio genuino, privo dei residui tossici rilasciati dalle sostanze impiegate nell’agricoltura convenzionale tipo insetticidi, diserbanti, concimi chimici. Che, oltre a danneggiare alla lunga i terreni provocano al contempo danni collaterali alla fauna, rompendo la virtuosità della catena alimentare.

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?Olea Prilis

Biologico Garantito

La produzione bio deve sottostare a due fondamentali regolamenti europei.

  • IL PRIMO è il disciplinare di coltivazione biologica dell’olivo (contenuto nel Regolamento CE 21Reg. UE 611/14) che richiede al produttore una scrupolosa attenzione nella gestione delle pratiche agronomiche volte alla fertilità dei terreni, alla scelta delle varietà e che lo guida in tutte le tecniche di coltivazione dell’olivo.
  • IL SECONDO è il disciplinare di produzione dell’olio extravergine di oliva biologico (contenuto nel Regolamento CE n.2092/91 con successive modifiche e integrazioni) che determina tutti i passaggi della filiera: dalla raccolta delle olive, alla frangitura, allo stoccaggio finale.
Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?Olea Prilis

Produrre Olio Bio: Rispetto per la natura

Per i produttori di olio applicare questo modello produttivo comporta di aderire a un vero e proprio stile di vita che evita lo sfruttamento delle risorse naturali e assicura la genuinità degli alimenti. Ma che comporta altresì uno sforzo consistente soprattutto per contrastare gli attacchi dei parassiti. I parassiti tendono a colonizzare soprattutto in presenza di monoculture. Si potrebbero perciò facilmente contenere con prodotti chimici aggressivi, però notoriamente dannosi per la salute e l’ambiente.

Nella conduzione biologica vengono perciò debellati attraverso trattamenti naturali e soprattutto aumentando la biodiversità dell’habitat naturale, ovvero coltivando fra i filari degli oliveti tante essenze e piante diverse in modo da favorire la proliferazione di insetti, cosiddetti “buoni”, che contrastino naturalmente quegli insetti e parassiti che recano invece danno alle olive o alle piante.

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?Olea Prilis

Perché acquistare un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico

Chi acquista olio extravergine biologico non solo sostiene e incoraggia i produttori in questa faticosa e complessa pratica di gestione agricola ma si assicura un prodotto garantito e privo di ricadute negative sulla salute della propria famiglia.

Perché scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?Olea Prilis

Come scegliere un Olio Extra Vergine di Oliva Biologico?

Per tutte queste ottime ragioni è preferibile orientarsi sull’acquisto di olio biologico ricordando però che la certificazione non si può sostituire al nostro gusto! Ricerchiamo dunque olio salubre, ma che abbia sempre anche un buon gusto e un buon profumo perché questi parametri non ci possono essere assicurati dal marchio Bio.

Dedicarsi alla ricerca degli oli che ci piacciono è di primaria importanza: partire sempre dall’assaggio ci fa entrare in confidenza con i più diversi sentori e aromi che può contenere l’olio quando fatto nel migliore dei modi. Assaggiare per capire e per imparare a distinguere la qualità di un olio è qualcosa che può fare ognuno di noi senza bisogno di maestri o guide, basta affidarsi ai nostri sensi, senza delegare il nostro gusto a nessuno.

Testo a cura di Caterina Mazzocolin

RICETTE & ABBINAMENTI

Tutte le ricette con il nostro olio

TUTTE LE RICETTE

News

TUTTE LE NEWS

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

    Torna in cima