Settembre 2, 2021

Hummus etrusco di Olea Prilis

Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis

– Le ricette etrusche di OLEA PRILIS –

L’origine di questa ricetta tipica della cucina mediorientale si perde nell’antichità, qualcuno dice addirittura 10mila anni fa, nel Libano e nei paesi limitrofi come Siria e Giordania, e da lì si diffuse in tutta l’area mediterranea. Hummus è la parola araba che definisce il legume cece e, per estensione, la salsa a base di ceci e semi di sesamo, ma per la preparazione etrusca dell’hummus vi serviranno invece lenticchie e barbabietole rosse!

Da accompagnare a semplice pane azzimo oppure come salsa per verdure crude come carote, sedano, finocchio, zucchina, cetriolo. Una piacevole alternativa al pinzimonio.

Gli Etruschi amanti della buona cucina e sperimentatori, erano alla continua ricerca di nuove ricette che utilizzassero al meglio i prodotti naturali del proprio territorio e per arricchire la gamma dei sapori, cominciarono a importare dall’VIII secolo a.C. dall’Oriente spezie come pepe, coriandolo, cumino, cannella e anche semi di sesamo.

Hummus Etrusco

Ingredienti per 4 persone:

  • Lenticchie: 200 gr lenticchie verdi varietà antica delle colline senesi (vanno bene anche quelle di tipo comune).
  • Rape rosse: 200 gr barbabietole fresche o precotte
  • Sesamo: 100 gr di semi di sesamo tostati per preparare la salsa Tahina, oppure 1 cucchiaio di salsa tahina già pronta
  • Cumino in polvere: un cucchiaino da caffè
  • Aglio: metà spicchio
  • Sale: mezzo cucchiaino da caffè
  • Limone: il succo di un limone intero
  • Olio extra vergine Olea Prilis: 6 cucchiai per la ricetta e 1 per condire

Gli ingredienti etruschi della ricetta:

Olio extra vergine. L’olio era una delle risorse economiche più importanti e fra gli alimenti base della cucina degli etruschi. La società etrusca ebbe un’economia in prevalenza agricola, potendo contare su un territorio molto fertile. In Etruria la coltivazione dell’olivo si diffuse nel VII e VI secolo a.C., soprattutto nell’attuale Toscana, nelle pianure costiere e nell’area collinare interna. Dai frutti dell’olivo si ricavava l’olio con il quale si condivano gli alimenti, ma era impiegato anche per preparare unguenti.

Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis
Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis
Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis

Barbabietole o rape rosse. Della famiglia della bietola, pianta antica, nativa dell’Europa meridionale, dove cresce spontanea da sempre nella regione del Mediterraneo. L’efficace selezione praticata dall’uomo ha prodotto con il tempo la differenziazione di varietà: barbabietole da foraggio, da zucchero, da orto. All’inizio veniva utilizzata solo la foglia, solo in seguito, gli esperti agricoltori etruschi, selezionarono il tipo da radice simile all’attuale bietola rossa.

Lenticchia. Conosciuto come il legume più antico della storia gli etruschi lo producevano per l’uso privato della famiglia più che per la vendita ed era la base della dieta quotidiana.

Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis

Sesamo e cumino. Pepe, coriandolo, cumino, cannella ma anche semi di sesamo. Amanti della buona cucina e ideatori di sperimentazioni culinarie, gli Etruschi erano alla continua ricerca di nuove ricette. Per creare sapori particolari scelsero gli aromi naturali del proprio territorio e, per arricchire la gamma delle varietà, dall’VIII secolo a.C., divennero importatori di spezie dall’Oriente.

Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis

Ricetta:

Lavare le lenticchie, versarle in una pentola, coprirle di acqua fredda e lessarle il tempo necessario indicato nella confezione. Lavare anche le barbabietole, sbucciarle tagliarle a cubetti e lessarle.
Per ottenere la salsa di sesamo tahina tostare in una padella antiaderente a fuoco basso 100 gr di semi di sesamo e frullarli in un mix con due cucchiai di olio e un pizzico di sale e, se serve, uno o due cucchiai di acqua fino a ottenere una crema omogenea.

Finita questa operazione, travasate la salsa tahina in un vasetto di vetro, si manterrà in frigo per 3 giorni. Liberato il vaso contenitore del mix (non importa lavarlo) procedete a frullare insieme lenticchie e rape rosse, un cucchiaio abbondante di tahina, sale, aglio, il succo di un limone, il cumino in polvere, l’olio extravergine.

Frullare, a intermittenza per non scaldare la pasta con le lame, fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. 
L’hummus è pronto per essere servito in piattini o ciotoline. Guarnire con semi di sesamo, un filo di olio e due foglioline di erba cedrina o, in alternativa, basilico o prezzemolo.
L’amaro vellutato e le note piccanti dell’olio extra vergine Olea Prilis regalano all’hummus etrusco, caratterizzato dal sapore dolce delle rape rosse e lenticchie, un contrasto fresco e piacevole.

Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis
Hummus etrusco di Olea PrilisOlea Prilis
Foto e testi a cura di Caterina Mazzocolin
RICETTE & ABBINAMENTI

Tutte le ricette con il nostro olio

TUTTE LE RICETTE

News

TUTTE LE NEWS

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

    Torna in cima