Settembre 21, 2021

Castagnaccio – Tipico dolce toscano all’olio d’oliva

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

– I dolci all’Olio d’Oliva di OLEA PRILIS –

Per aprire questa nuova rubrica sui dolci fatti con l’olio extra vergine non possiamo che cominciare dal castagnaccio, tipico dolce toscano della tradizione contadina. Molto probabilmente anche questo di origine etrusca, dato che gli etruschi utilizzavano la farina di castagne, i pinoli, l’uvetta e, come sappiamo, l’olio di oliva!

La farina di castagne è piuttosto dolce di suo e per questa ragione non va aggiunto lo zucchero ma, viceversa, un pizzico di sale. L’olio di Olea Prilis con il suo amaro vellutato ben si presta per contrasto alla dolcezza della farina ed enfatizza questo tipo di preparazione.

Castagnaccio

Ingredienti per 2 persone:

  • Farina di castagne: 175 gr  di farina del Monte Amiata o di un mulino italiano di vostra fiducia (importante che negli ingredienti della confezione sia riportato 100% farina di castagne e non miscela di altri ingredienti e farine)
  • Olio extra vergine Olea Prilis: 40 gr
  • Sale: 1 gr
  • Pinoli: 40 gr
  • Uvetta sultanina: 40 gr
  • Acqua: minerale naturale 300 gr
  • Rosmarino secco: un cucchiaio

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

Ricetta:

Per cominciare facciamo rinvenire in poca acqua calda l’uvetta sultanina.

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis
Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis
Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

Setacciare la farina con un colino e aggiungere poco alla volta acqua minerale naturale leggermente tiepida, amalgamando con la forchetta per evitare che si formino dei grumi. L’impasto dovrà risultare denso come la pastella per friggere o fare le crepes: né troppo liquido né troppo denso.

Salare l’impasto, versare la metà dei pinoli e la metà dell’uvetta precedentemente ammollata, scolata e strizzata in un foglio di carta assorbente. Unire anche metà dell’olio e mescolare tutto.

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

Foderare con della carta forno una teglia del diametro di 23 cm, ungere con abbondante olio e versarvi l’impasto. A questo punto decorare con il resto dei pinoli, dell’uvetta e una manciatina di rosmarino essiccato, rifinire con un filo d’olio e infornare a 180° per 45 minuti, massimo un’ora, se verificando con uno stuzzicadenti l’impasto risultasse ancora umido. A metà cottura, aprire e spennellare con altro olio tutta la superficie della torta.

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis
Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

Il mio segreto per un buon castagnaccio è mantenere il suo spessore basso, perché in questo modo l’olio aggiunto formerà una crosticina che rende il dolce croccante (oltretutto un castagnaccio troppo alto resta umido e la farina tira fuori un sapore amarognolo).

Attenzione però, perché essendo basso corre il rischio di bruciarsi, per questo è importante controllare la cottura e impratichirsi bene col tipo di forno utilizzato.

Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis
Castagnaccio - Tipico dolce toscano all’olio d’olivaOlea Prilis

Per ottenere un castagnaccio basso, aumentando le dosi per 4 persone, sarà sufficiente dotarsi di una teglia con diametro più largo e mantenere un’altezza di circa 1,5 cm.

Una volta sfornato il dolce lo si può di nuovo condire con un po’ d’olio a crudo nel caso che durante la cottura l’abbia tutto assorbito. Lo si può gustare anche tiepido, accompagnato da un po’ di ricotta di bufala, anche questa condita con qualche goccia di olio evo.

Il castagnaccio, le rare volte in cui non lo si finisce subito, è buono anche a temperatura ambiente e si conserva gustoso anche per più 3 giorni.

Buon appetito!

Foto e testi a cura di Caterina Mazzocolin
RICETTE & ABBINAMENTI

Tutte le ricette con il nostro olio

TUTTE LE RICETTE

News

TUTTE LE NEWS

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

    Torna in cima